BCC Vergato

Chi siamo

Nell'esercizio della sua attività, la Banca di Credito Cooperativo di Vergato si ispira ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazione privata. La Banca di Credito Cooperativo di Vergato ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione, l'educazione al risparmio e alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera secondo i principi espressi nella Carta dei Valori e nella Carta della Coesione.

La Banca di Credito Cooperativo di Vergato, per poter offrire ai propri soci e clienti una vasta e qualificata gamma di servizi bancari senza perdere i vantaggi legati alla piccola dimensione aderisce alla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna e per il tramite di questa alla Federazione Nazionale potendo contare su di un sistema nazionale che prende il nome di Credito Cooperativo.

Le Banche di Credito Cooperativo costituiscono un sistema creditizio capillarmente diffuso sull'intero territorio nazionale e vivono ormai da anni una crescita costante. Un sistema capace - con 442 aziende (il 54,5% delle banche italiane)* ed oltre 3.863 sportelli ( il 12,0% del panorama bancario italiano )* - di penetrare in profondità il tessuto sociale e di mobilitare energie umane in misura rilevante:

  • 864 mila soci;
  • 4 milioni di clienti;
  • Presenza diretta in 2.529 Comuni (operatività in oltre 4 mila) ed in 98 Province ; in 542 comuni rappresentano l'unica realtà bancaria;
  • 32 mila i dipendenti di tutto il gruppo. *

La Banca di Credito Cooperativo di Vergato detiene inoltre una partecipazione in Iccrea Holding SpA, società al vertice del Gruppo bancario Iccrea. che controlla le società specializzate del Gruppo nel campo del leasing, delle assicurazioni, del risparmio gestito, dei fondi comuni, dei piani di investimento personalizzati, degli strumenti finanziari evoluti e della consulenza professionale: Banca Agrileasing, Assimoco e Assimoco Vita, Aureo Gestioni e Iccrea SpA offrono, ognuna nel proprio settore di competenza, una gamma completa di prodotti e servizi distribuiti a tutte le BCC.

Le Banche di Credito Cooperativo, attraverso la Federcasse, aderiscono all'Associazione delle Banche Cooperative Europee, con sede a Bruxelles.

 

Il Credito Cooperativo

Il Credito Cooperativo è un Sistema strutturato su una rete composta da circa 400 Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali (Casse Raiffeisen in Alto Adige), da strutture associative e da imprese che garantiscono al Sistema, coerentemente con i suoi valori e con la sua identità cooperativa, un’offerta di prodotti diversificata e completa.

La caratteristica principale delle BCC è quella di essere società cooperative per azioni, mutualistiche e locali. Capillarmente diffuse nel nostro Paese, da oltre 130 anni svolgono il loro ruolo di banche del territorio, assolvendo a una funzione specifica, quella di promuovere sviluppo e di rispondere alle necessità economiche e sociali delle comunità locali, così come espresso nell’art. 2 dello Statuto delle BCC.

Ieri come oggi, le BCC sono impegnate a essere: 

  • Buone banche, garantendo la solidità e l'efficienza dell'impresa, controllando e gestendo i rischi, realizzando un'organizzazione idonea, assicurando un'offerta competitiva. 
  • Buone cooperative, con un'identità comune e condivisa, sostenendo la partecipazione reale dei soci, aiutando a sviluppare il territorio in cui hanno sede, creando fiducia nella comunità. 
  • Buone imprese di rete, condividendo, in autonomia, valori, cultura, strategie, un sistema organizzativo e una continuità operativa, per essere sempre più efficienti sul mercato.

Tutti i numeri delle Banche di Credito Cooperativo

388  Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali 
4.455  sportelli 
1.161.346 soci  
37.000 dipendenti (compresi quelli delle Società del sistema)
Provvista complessiva (raccolta da banche + da clientela + obbligazioni): 190,1 miliardi di euro
Raccolta da clientela + obbligazioni: 157,7 miliardi di euro
La quota di mercato della raccolta da clientela comprensiva di obbligazioni è del 7,6%.
Impieghi economici: 136,2 miliardi di euro
La quota di mercato degli impieghi delle BCC-CR è del 7,2%.
Considerando anche i finanziamenti erogati dalle banche di secondo livello del Credito Cooperativo, gli impieghi ammontano complessivamente a 149,3 miliardi di euro, per una quota mercato del 7,9%.
Di cui: Impieghi economici erogati dalle BCC-CR alle imprese: 88,9 miliardi di euro (-1,4% contro il -4,5% del sistema bancario complessivo). La quota di mercato delle BCC-CR per questa tipologia di prestito è del 9,7%. Considerando anche i finanziamenti alle imprese erogati dalle banche di secondo livello del Credito Cooperativo, gli impieghi al settore produttivo approssimano i 99,8 miliardi di euro e la quota di mercato della categoria approssima il 10,8%.
Patrimonio (capitale e riserve): 20 miliardi di euro (+2,2%)
Il Tier 1 ratio ed il coefficiente patrimoniale delle BCC sono pari, rispettivamente, al 14,3% ed al 15,2% 
Gli impieghi erogati dalle BCC italiane rappresentano il 22,6% del totale dei crediti alle imprese artigiane, l’8,6% alle Famiglie consumatrici, il 17,6% alle Famiglie produttrici, l’8,7% delle Società non finanziarie, il 12,5% del totale dei crediti alle Istituzioni senza scopo di lucro (Terzo Settore). In particolare, la quota di clienti affidati del settore Non profit (escluse le cooperative sociali) è del 19%.
                
dati a settembre 2013

 

Gli Organi Sociali

Consiglio di Amministrazione (Titolo VII Statuto sociale)

E’ composto da 7 amministratori, compreso il Presidente, eletti dall’assemblea dei soci. Il consiglio è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione della Società, tranne quelli riservati per legge all'assemblea dei soci.

Composizione del Consiglio di Amministrazione:

Presidente Fiori Viviano
Vice Presidente Gherla Alessandro
Consiglieri Degli Esposti Loris
  Marchi Vittorio
  Mascagni Giampaolo
  Ragno Domenico
  Zanna Giancarlo

Collegio sindacale (Titolo IX Statuto sociale)

E’ composto da 5 membri (3 effettivi e 2 supplenti) nominati dall’assemblea per un triennio e rieleggibili. Vigila sull'osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione e in particolare sull'adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile.

Composizione del Collegio sindacale:

Presidente Minelli Alessandro
Sindaci effettivi Bernabei Emilio
  Burzi Gloria
Sindaci supplenti Bolelli Valerio
  Cazzola Silvano

Collegio Probiviri (Titolo XI Statuto sociale)

Ha la funzione di risolvere le controversie tra i soci e la Banca o tra i suoi organi. Il Presidente è designato dalla Federazione Regionale, mentre gli altri membri sono nominati dall'assemblea; la carica dura un triennio con possibilità di rinnovo.

Composizione del Collegio Probiviri:

Presidente Del Magno Stefano
Membri effettivi Iattoni Igor
  Zalambani Roberto
Membri supplenti Altieri Andrea
  Giannuzzi Francesco

Direttore (Titolo XII Statuto sociale)

Il direttore è il capo del personale ed ha il potere di proposta in materia di assunzioni, promozione, provvedimenti disciplinari e licenziamento del personale e prende altresì parte, con parere consultivo, alle adunanze del consiglio di amministrazione; ha il potere di proposta in materia di erogazione del credito.

Direttore generale Fornasero Edgardo

App Mobile Banking

News

Avviso di Convocazione Assemblea Straordinaria 2017-09-20 - I Signori Soci sono invitati a partecipare all’Assemblea S...
Invito ai soci : LA NOSTRA IDEA DI BCC 2017-09-20 -   Il progetto di fusione della BCC di Vergato e della ...
Bcc Vergato e Banca di Parma entrano in Emil Banca Bcc Vergato e Banca di Parma entrano in Emil Banca 2017-09-19 - Dopo la fusione dello scorso febbraio con il Banco Cooperati...
Contratto quadro per la prestazione dei servizi di investimento 2017-05-02 - Si è provveduto a modificare il contratto quadro MiFID, ed ...
Che cosa cambia nella gestione delle crisi bancarie 2015-12-21 - La direttiva BRRD (Bank Recovery and Reolution Directive) in...
 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

Per saperne di piu'

Approvo
Loading ...